PROGETTO FINANZIATO DAL PON 2007-2013 NELL'AMBITO DELLA MISURA NUMERO XXX

2° Circolo Didattico - Conversano





LETTURA DEL TERRITORIO: ASPETTI CULTURALI, GEOGRAFICI

E SOCIO-ECONOMICI (dal POF a.s. 2007/08)

La città di Conversano, con circa 25.000 abitanti, sorge su una collina a 219 metri sul livello del mare, a sud di Bari, da cui dista 30 km. Città d?arte e di storia, nella sua bellezza conserva tutto l?ingegno umano. Già abitata nel paleolitico, chiamata Norba, con il suo patrimonio archeologico, rappresenta uno dei più antichi centri peuceti. Conversano raggiunse il suo massimo splendore nel periodo medievale. A tale epoca, infatti, risalgono molti dei suoi monumenti più importanti che l?hanno resa centro di cultura  e faro per i paesi circostanti. Già sede di una rinomata tradizione culturale, vanta una cospicua presenza di scuole di ogni ordine e grado con diversi indirizzi di studio che oltre a favorire l?afflusso di molti giovani dai paesi limitrofi contribuisce ad elevare il livello culturale generale della popolazione conversanese.

La realtà socio-culturale degli alunni che frequentano il 2° Circolo di Conversano appare variegata: vi sono bambini che provengono da famiglie di livello economico più o meno modesto che si impegnano però a garantire ai propri figli gli strumenti didattici essenziali ai loro studi ma che non forniscono altrettanti supporti culturali, ? omissis

Esistono inoltre situazioni in cui i bambini vivono condizioni di disagio familiare e, durante il tempo extrascolastico, non potendo fruire dei servizi offerti dalle strutture esistenti nel quartiere, a causa delle carenti condizioni economiche, utilizzano preferibilmente la strada per organizzare le loro attività ludiche, con conseguenze, a volte, dannose per la loro crescita umana. ?

Si evidenzia, pertanto, la necessità di promuovere iniziative extracurricolari che provvedano al recupero motivazionale e cognitivo degli alunni e le tante famiglie che iscrivono i loro bambini presso il 2° Circolo Didattico mostrano di guardare con fiducia all?opera formativa ed educativa che viene svolta.

Il  fenomeno dell?insediamento di gruppi di extracomunitari impongono poi un?attenta e puntuale opera di educazione alla multiculturalità.

La Scuola assume pertanto la funzione alta e nobile di produttrice di cultura, di momento unificante e vivificante della comunità, aprendosi al territorio per divenirne motore di crescita, di veicolo di progresso, di autentico modello di comportamento.

L'autoanalisi dei fattori socio-economici-culturali caratterizzanti il territorio in cui opera la scuola ha consentito l'attenta individuazione dei bisogni dell'utenza. ?